SOTTOSCRITTO L’ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO UE – NUOVA ZELANDA

11 Luglio 2023

In data 09 luglio 2023, dopo 5 anni di trattative, l’Unione Europea e la Nuova Zelanda hanno sottoscritto l’accordo definitivo di libero scambio tra i due Paesi.

Tramite tale accordo l’Unione Europea mira, in particolare, alla crescita dei rapporti economici, allo sviluppo sostenibile e all’instaurazione di un saldo legame con un partner nella zona Indo-Pacifico.

 

Le aree di competenza riguardano principalmente il settore agroalimentare, il settore degli investimenti, sia pubblici che privati, e l’ambito importazioni ed esportazioni di beni e servizi.

Quanto a quest’ultimo aspetto, l’intesa commerciale prevede tra le altre cose l’eliminazione di tutti i dazi sulle esportazioni dell’UE in Nuova Zelanda.

Particolarmente rilevante (e delicata, vista la forza della Nuova Zelanda nel settore) le disposizioni inerenti al campo agroalimentare: oltre all'eliminazione dei dazi sulle esportazioni, sopra richiamata, l'accordo protegge tutti i vini e gli alcolici europei e altri numerosi prodotti a denominazione d'origine.

Allo stesso tempo, per quanto riguarda determinati prodotti agricoli sensibili, l'accordo consentirà importazioni a tariffa zero o ridotta dalla Nuova Zelanda solo in quantità limitate (attraverso i cosiddetti contingenti tariffari).

Ursula von Der Leyen, presidente della Commissione Europea, ha dichiarato: “La Nuova Zelanda è un partner fondamentale per noi nella regione indo-pacifica e questo accordo di libero scambio ci avvicinerà ancora di più. Con la firma odierna, abbiamo compiuto un passo importante per trasformare l'accordo in realtà. Questo moderno accordo di libero scambio offre grandi opportunità alle nostre imprese, ai nostri agricoltori e ai nostri consumatori, da entrambe le parti. Con impegni sociali e climatici senza precedenti, promuove una crescita giusta e verde rafforzando al contempo la sicurezza economica dell'Europa".

Grazie a questo accordo, si prevede che il commercio bilaterale fra i due Paesi crescerà fino al 30% entro un decennio, con un potenziale aumento delle esportazioni annuali dell'UE fino a 4,5 miliardi di euro.

L’entrata in vigore effettiva avverrà subito dopo l’approvazione ufficiale da parte degli organi competenti di entrambi i Paesi coinvolti, di cui al momento non si conoscono le precise tempistiche.

Lo studio rimane a disposizione per ulteriori informazioni in materia.

Accedi per leggere l'articolo completo.
CEO
Iscritto all'albo dei Doganalisti. Consulente di Unione Parmense degli Industriali, FIASA, Confindustria Alto Milanese, Confindustria Romagna, NIBI e Unioncamere Lombardia. Consulente anche di numerose Associazioni Confindustriali di Categoria come ANCMA, ACIMAC, UCIMA e AMAPLAST. Siede al tavolo degli esperti di legislazione doganale di Confindustria a Roma.
 
Contatti
Via Paradigna 38/A
43122 Parma (PR) | Italia

Tel: +39 0521 289546
Fax: +39 0521 386558
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Compila il form per essere ricontattato
 
© 2022 Studio Carbognani srl | P.Iva 02085250344 | tutti i diritti riservati
© 2022 Studio Carbognani srl | P.Iva 02085250344 | tutti i diritti riservati